domenica 19 maggio 2013

COZZE RIPIENE

Una ricetta un po elaborata, ma che da tanta soddisfazione, è senza dubbio quella delle cozze ripiene. Io le cucino nel sugo, in modo tale d'avere pronto sia il primo che il secondo. Ma quali sono le cozze migliori da fare ripiene? Indubbiamente quelle grosse, ma pare che quelle più pregiate dal punto di vista culinario siano le femmine quando sono in fase riproduttiva. E come distinguerle? All'acquisto è praticamente impossibile visto che sono riconoscibili dal sapore particolarmente dolce, l'odore lievemente iodato e dal colore della carne rossastro. 
Dalle cozze una speranza per la medicina del futuro: attualmente un gruppo di ricercatori inglesi sta studiando il "bisso", che è quel filamento cordaceo non commestibile che si trova sul lato del mollusco, che ha proprietà collose straordinarie. Se riusciranno a riprodurlo in laboratorio, sarà possibile utilizzare questa "colla" per riparare ossa rotte o denti scheggiati e per cucire le ferite, in quanto risulterebbe la migliore fra le medicazioni attualmente in commercio.
Per 4 persone:

1 k di cozze

150 g di pangrattato
3 uova
2 spicchi d'aglio
1 ciuffo abbondante di prezzemolo
6 cucchiai di pecorino grattugiato
1 l di salsa
1 cipolla 
olio, peperoncino

Pulite le cozze, mettetele in un tegame e, a fiamma alta, rigiratele finché non si saranno aperte. Mettetele in un piatto e conservate l'acqua che avranno prodotto durante la sbollentata, filtratela con un tovagliolino di carta e mettete da parte anche questa. In un altro tegame preparate il sugo: minuzzate la cipolla, l'aglio, metà del prezzemolo e fate soffriggere col peperoncino, quindi aggiungete la salsa e a fuoco bassissimo cuocete per un quarto d'ora. Nel frattempo preparate il ripieno: fate a pezzettini piccolissimi l'altro aglio, il rimanente prezzemolo e unite al pangrattato, le uova e il pecorino. Mescolate per bene e riempite le cozze con questo impasto, legatele con dello spago sottile da cucina. Probabilmente non riuscirete a riempire tutte le cozze, poco male: quelle che rimarranno "vuote" le utilizzerete per condire gli spaghetti. Versate nel sugo l'acqua di cottura delle cozze che avevate precedentemente filtrato e ponetevi i molluschi. A fiamma dolce cuocete il tutto per una ventina di minuti. Anche le cozze ripiene sono più buone mangiate il giorno dopo che sono state preparate, l'importante è gustarle calde!







8 commenti:

  1. Che goduria, vi consiglio di provarci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehehe, ne abbiamo fatto una scorpacciata...

      Elimina
  2. Risposte
    1. Grazie mille, alla prossima leccornia :-)))

      Elimina
  3. Grazie cara!!! Erano buonissime... Da leccarsi i baffi ;)

    RispondiElimina
  4. scusate ma la "salsa" qual'e'? non capisco,grazie

    RispondiElimina
  5. Carissimo Marcello, per salsa intendo una passata di pomodoro qualsiasi in bottiglia, per intenderci quella che acquisti al supermercato della marca che più ti aggrada. Grazie a te e buone feste :-)))

    RispondiElimina